Cass. civile, sez. II del 1977 numero 3893 (07/09/1977)

Se è vero che il notaio, richiesto della preparazione e della stesura di un atto pubblico di trasferimento immobiliare, ha l' obbligo di verificare previamente se il bene è libero da vincoli pregiudizievoli, sempre che le parti non lo abbiano concordemente ed espressamente dispensato, è altresì vero che una volta portati a conoscenza delle parti i vincoli gravanti sull' immobile (nella specie, pignoramento), egli non può rifiutarsi di rogare l' atto ove le parti insistono nella relativa richiesta.L' alienazione di un bene pignorato non rientra tra gli 'atti espressamente proibiti dalla leggè che il notaio non può ricevere.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento