Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Brevi cenni sui limiti alla trasformazione regressiva



E' vietata la trasformazione regressiva delle società per azioni aventi per oggetto la gestione dei fondi comuni di investimento collettivo in valori mobiliari di tipo aperto in organismi non rientranti nel campo di applicazione della direttiva CEE, 20/12/1985, n. 611, come modificata da quella del 22/03/1988, n. 220, nonché la trasformazione delle SICAV in organismi non soggetti alle norme del capo disciplinante le SICAV nota1.

In secondo luogo, qualora una società abbia emesso obbligazioni e queste siano ancora in circolazione, la stessa non potrà logicamente trasformarsi in un altro tipo che non ammette l'emissione di tali titoli.

Note

nota1

Si veda l'art. 49, I comma , del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58.
top1

Prassi collegate

  • Quesito n. 812-2014/I, Trasformazione di Spa che ha emesso prestito obbligazionario in Srl, verifica dei presupposti

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Brevi cenni sui limiti alla trasformazione regressiva
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Brevi cenni sui limiti alla trasformazione regressiva"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto