Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Azione di mero accertamento della qualità ereditaria



Cosa dire dell'azione con la quale l'erede miri al semplice riconoscimento di questa sua qualità, senza che sia in discussione la spettanza in concreto di beni appartenenti all'asse? Secondo un'opinione verrebbe comunque in esame il rimedio di cui all'art. 533 cod.civ. nota1. Prevale tuttavia la tesi contraria: è stato infatti prospettato come la petitio sia intesa comunque ad ottenere la condanna del convenuto possessore alla consegna dei beni all'erede vero, sia pure sulla scorta dell'accertamento della qualità di erede di quest'ultimo nota2.

Ciò non esclude ovviamente la proponibilità di una domanda giudiziale avente ad oggetto la semplice eliminazione dell'incertezza che fosse sorta sulla qualità ereditaria: si tratterà di un'azione di mero accertamento, come tale perfettamente ammissibile nell'ambito dei principi generali in materia processuale nota3. Si pensi all'azione che potrebbe essere svolta dal soggetto che, escluso da un progetto divisionale afferente a beni ereditari, intendesse prendervi parte oppure, in senso contrario (vale a dire come accertamento negativo) all'azione di chi, inversamente (cioè per negare che un soggetto prenda parte ad una divisione ereditaria) sia interessato a negare ad altri la qualità ereditaria. Ancora può essere rilevante appurare tale condizione allo scopo di comprendere o di escludere qualcuno dal novero di coloro che devono rispondere delle passività dell'asse.

Note

nota1

Cicu, Successioni per causa di morte. Parte generale, in Tratt. dir.civ.e comm., diretto da Cicu-Messineo, Milano, 1954, p.244; Nicolò, La vocazione ereditaria diretta ed indiretta, in Raccolta di scritti, Milano, 1980, p.117; Barassi, Le successioni per causa di morte, Milano, 1947, p.121.
top1

nota2

Proto Pisani, Petizione di eredità e mero accertamento della qualità di erede, in Foro it. in nota alla sentenza Cass. Civ. Sez. II, 796/60,1961, I, c. 2002; Messineo, Manuale di diritto civile e commerciale, Milano, 1972, p.656.
top2

nota3

Così Schlesinger, La petizione di eredità, Torino, 1956, p.165; Giannattasio, Delle successioni testamentarie, in Comm.cod.civ., Libro II, Torino, 1980, p.238.
top3

Bibliografia

  • BARASSI, Le successioni per causa di morte, Milano, 1947
  • GIANATTASIO, Delle successioni testamentarie, Torino, Comm.cod.civ., II, 1980
  • MESSINEO, Manuale di diritto civile e commerciale, Milano, 1972
  • NICOLO', La vocazione ereditaria diretta ed indiretta, Milano, Raccolta di scritti, I, 1980
  • PROTO PISANI, Petizione di eredità e mero accertamento della qualità di erede, Foro it., I, 1961
  • SCHLESINGER, La petizione di eredità, Torino, 1956

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Azione di mero accertamento della qualità ereditaria
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Azione di mero accertamento della qualità ereditaria"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto