Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Abuso dell'usufruttuario



L'abuso dell'usufruttuario consiste propriamente in un utilizzo del bene non conforme al diritto: in un cattivo uso. Esso è variamente sanzionato secondo l'entità e le circostanze, rimesse in ogni caso all'apprezzamento del giudice nota1. Nell'ipotesi più grave, consistente nell'alienazione, nel deterioramento o nell'abbandono al perimento dei beni, si può giungere alla dichiarazione di estinzione dell'usufrutto (art. 1015 cod.civ.).

Note

nota1

Ormai è opinione consolidata che la decadenza dal diritto d'usufrutto sia un'ipotesi limite: ciò che viene posto al centro dell'attenzione è l'interesse del proprietario alla salvaguardia dell'utilizzabilità futura del bene al momento della consolidazione della nuda proprietà con l'usufrutto. Tale risultato è raggiungibile con adeguati strumenti cautelari ancor prima di ricorrere all' extrema ratio sopra citata. Si vedano, tra gli altri, Carnacini, Sull'abuso dell'usufruttuario, in Riv. trim. dir. e proc. civ., 1978, p.466; Cagliari, voce "Usufrutto", in Rep. Giust. civ., 1963, n. 15.
top1

Bibliografia

  • CAGLIARI, Usufrutto, Rep.giust.civ., 1963
  • CARNACINI, Sull'abuso dell'usufruttuario, Riv.trim.dir.e proc.civ., 1978

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Abuso dell'usufruttuario
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Abuso dell'usufruttuario"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto